La rivista MEZZOCIELO come pratica di svelamento della differenza sessuale in un contesto mafioso.

Presentazione della rivista Mezzocielo in un incontro con Gisella Modica. 

Copertina Mezzocielo Dic 2011 Gen 2012-001Cinque mesi dopo l’uscita del primo numero di Mezzocielo – bimestrale di politica cultura e ambiente pensato e realizzato da donne –  nel novembre del 91, nato come bisogno di raccontare la politica a partire da sé (le fondatrici – Simona Mafai, Giuliana Saladino, Letizia Battaglia, Silvia Ferraris, Rosanna Pirajno – erano tutte accomunate dalla passione politica,fuoriuscite dai partiti e dal PCI) accadono tre eventi drammatici: la strage di Capaci il 23 maggio; il 19 luglio la strage di via D’Amelio; il 20 luglio il suicidio di Rita Atria, la ragazza che si era ribellata alla famiglia mafiosa e aveva deciso di collaborare con il giudice Borsellino. La redazione si trasferisce a piazza Castelnuovo per rispondere all’appello di alcune donne di digiunare contro la mafia “per rendersi visibili contro l’invisibilità della mafia” e dove una delle redattrici ha costruito un albero della pace in legno nel quale i/le palermitane appendono pensieri contro la mafia che vengono pubblicati nel numero che si crea in progresse si compone con la tecnica del taglia incolla. “Esprimere in parole sulle pagine della rivista quanto col corpo si vive in piazza”: è questa la sfida lanciata da Mezzocielo in quel mese di permanenza fuori dalla sede, consapevoli che “non si può sfuggire a una quotidianità intrecciata alla morte”. Una quotidianità resa inoppugnabile dalle foto in b/n di Letizia Battaglia.

Come rispondere alla chiamata di correo senza cadere “nella trappola della rappresentazione della donna di sinistra contro” (mafia, devastazione ambientale, spreco amministrativo racket) e che trascina con sé a caduta libera anche il linguaggio?“Come mantenere la differenza di fronte a mezzo miliardo di gente che affoga in tutti i sensi e quattro miliardi stanno a guardare?”Sono le domande che  poneva allora Giuliana Saladino e tuttora aperte. Una sfida tuttora in corso.

Gisella Modica, femminista e autrice di saggi e racconti, dal 1993 fa parte della redazione di Mezzocielo.

Presentazione sabato 10 marzo ore 11.00, Sala UDI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...