L’inquietudine della bestia

copertina_ilaria_drago-di-marco-onofrioPubblicato da Nemapress nel 2013, il testo di Ilaria Drago è un poemetto in 2 parti, “assenze” e “presenze”. Ripercorre quasi esotericamente la ricerca di una identità intima che cerca il contatto con l’altro superando violenze e compromissioni.

Nella prefazione al testo Dante Maffia descrive così l’autrice e la sua poesia:

“La poesia di Ilaria è densa e compatta, abbagliante e sincera, fin troppo sincera, e ciò disturba, perché chi legge vorrebbe abbracci e carezze. Ilaria invece fa spalancare gli occhi e sanguinare il cuore, spalancare finestre e balconi e, proprio perché ha un sacro rispetto della persona, non veste di stracci i sentimenti, ma li dichiara, fino a farli diventare una spada che squarcia le carni, una urticante spina che fa dire sempre la verità.”

L’inquietudine della bestia ha vinto il Premio Internazionale di Poesia Premio13 e la XII edizione del Premio Internazionale di Poesia “Roberto Farina”.

Annunci